tag foto 1 tag foto 6 tag foto 6 tag foto 7 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6

03/03/18

Sgagliozze....Street Food di Bari Vecchia

Buongiorno a tutti i buongustai la ricetta di oggi è una ricetta della tradizione contadina barese, una ricetta di riciclo, le “sgagliozze”.
Vi chiederete cosa sono le sgagliozze?
Semplicemente polenta fritta.

Le sgagliozze insieme  alle popizze (presto la ricetta) fanno parte della tipico street food barese.

Ma da dove hanno origine?
Quando in campagna avanzava la polenta la si friggeva....in pratica riutilizzare il cibo avanzato, no allo spreco, così come si è sempre fatto prima degli anni sessanta del secolo scorso.
Ora sono in pochi a tramandare questa tradizione ma per le vie della città vecchia di Bari si può ancora sentire il profumo e seguendolo troverete delle signore con delle grosse pentole a friggere...



L' ingrediente principale è la polenta, che non è utilizzata solo nella cucina del Nord.
Le origini della polenta sono molto antiche: risalgono infatti all’epoca di Cristoforo Colombo che, di ritorno dall’America, portò con sé la pianta del mais, o granturco, a quel tempo sconosciuta in Europa.
La farina di mais veniva usata dagli Indigeni delle Americhe, la univano all’acqua e l'abbinavano alle carni appena cacciate.
La pianta del granturco cresceva abbondantemente in particolare nelle zone settentrionali del nostro Paese e la sua coltura era anche poco dispendiosa; così la pianta del granturco si diffuse soprattutto tra le popolazioni più povere, come quelle di allevatori e contadini.

La ricetta è facile e veloce....ma anche molto gustosa....

Ingredienti:
Polenta
olio di semi o di girasole per friggere
sale fino q.b

Procedimento:
1. Se non abbiamo della polenta avanzata, dobbiamo prepararla.
2. Far bollire 1L di acqua in una pentola e salarla, quando l’acqua giunge a bollitura si può procedere versando lentamente la farina di granturco, 250g (questa è la dose per 6 porzioni di polenta).
3. Ora è necessario mescolare continuamente con un cucchiaio di legno o una frusta e lasciare cuocere fino ad ottenere un impasto denso.
4. Il composto ottenuto va versato su un tagliere in legno o un grosso piatto e stesa fino a raggiungere uno spessore di circa mezzo centimetro.


5. Lasciamola raffreddare poi la tagliamo a rettangoli o a quadrati o a triangolo, diamo la forma che vogliamo, a Bari sono rettangoli.



6. Ogni rettangolo va fritto in una padella con abbondante olio bollente.


7. La frittura delle sgagliozze deve essere omogenea, da entrambi i lati e quando sembrano ben dorati e croccanti vanno estratti dall’olio e sgocciolati.
8. Con una spolverata di sale le sgagliozze sono pronte per essere mangiate, belle calde!

 
Sono croccanti esternamente con un cuore di polenta morbida...😋

Le scagliozze stanno bene in compagnia di salumi, formaggi, verdura e secondo di carne o pesce.

Se vi trovate a Bari fate una passeggiata per le vie della città vecchia...molto bella...e cercate le signore delle sgagliozze, ve le serviranno bollenti in cartocci a forma di cono....


Provatele....alla prossima...👋