tag foto 1 tag foto 6 tag foto 6 tag foto 7 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6

20/01/15

Sweet, Dulce, Doux, Süß, Yλυκός, 甘い, Reka, édes, Söt, Sød, Makea, Zoet...Dolce in tutte le lingue del mondo

Finalmente il PC è tornato dall'assistenza...
 
Oggi vi presento una nuova collaborazione, anzi una dolce collaborazione.....Truvia® di Eridania Italia....
La parola dolcezza, mi fa venire subito in mente lo zucchero, sono molto golosa.....lo zucchero...come canta Mary Poppins:
 
“Con un poco di zucchero la pillola va giù
la pillola va giù
la pillola va giù
Basta un poco di zucchero
e la pillola va giù
tutto brillerà di più!”

Come sappiamo lo zucchero facilita la produzione di endorfine, diminuisce, quindi, la sensibilità al dolore e stimola la sensazione di euforia.
Quindi lo zucchero è energia...è vita....poi se lo zucchero è Truvia® la vita è anche più leggera...Truvia® lo zucchero a 0 calorie.....
L'arrivo di questa collaborazione, anzi dei suoi dolci prodotti, è stata una odissea.
Subito dopo Natale la Eridania Italia mi ha comunicato di avermi spedito il pacco, forse con un indirizzo sbagliato, visto che il corriere gli ha trasmesso della non esistenza del mio indirizzo di casa.
Ormai sapete che io vivo in campagna e da queste parti alcuni corrieri pur di non venire trovano tante scuse.
In conclusione il pacco mi è arrivato a casa dopo più di 20 giorni di ritardo, grazie ad un amico che è stato assunto, per una sostituzione, proprio dopo le feste e, avendo riconosciuto il numero di telefono, mi a subito contattata.
Finalmente il nuovo prodotto della Eridania Italia è arrivato....grazie anche ad Eridania per la pazienza....

EridaniaItalia, con sede a Bologna, rappresenta il punto d'incontro di una lunga tradizione fatta di uomini, di passione, di innovazione e di culture basate su valori di competenza e di eccellenza che la rendono esperta, affidabile, ma anche capace di coniugare svolte sostanziali nel presente e nel futuro del mercato italiano.
La missione di Eridania Italia è sviluppare politiche commerciali e di marketing orientate alla valorizzazione e diversificazione dei prodotti.
I prodotti per la dolcificazione vengano spesso considerati come ingredienti marginali per la produzione di alimenti e bevande, ma questi “semplici ingredienti” possano fare la differenza, perciò, Eridania Italia, articola la propria offerta secondo la natura e l’origine della materia prima, le particolari lavorazioni del processo industriale e il tipo di prodotto finito.
Un aspetto di spicco della politica di approvvigionamento di zucchero sviluppata da Eridania Italia riguarda la sicurezza alimentare del prodotto e la tracciabilità della materia prima.

EridaniaItalia immette sul mercato italiano circa 400mila tonnellate di zucchero con standard di sicurezza decisamente evoluti.
L’azienda si è infatti dotata di un sistema che permette di valutare i fattori che ragionevolmente potrebbero influenzare la salubrità e le caratteristiche di composizione dello zucchero, mantenendo sotto controllo la gestione della qualità indipendentemente dalla provenienza della materia prima.
Proprio nella ricerca di materie prime ed innovative la Eridania Italia ha prodotto Truvia® il primo dolcificante d’origine naturale dal gusto eccellente, senza calorie.
E' estratto dalla parte più pregiata della foglia di Stevia, una pianta originaria del Paraguay utilizzata già da centinaia di anni dalle popolazioni indigene per le eccellenti proprietà dolcificanti.

Prima di conoscere meglio Truvia®, andiamo a scoprire cos'è e da dove arriva la pianta da cui è prodotta.


STEVIA: Questa piccola foglia nasconde un dolce segreto. 
Acqua, sole, sostanze nutritive dal cuore della terra: nella pianta di Stevia si ritrova tutto questo.
È il potere della natura a crearla e a dare vita al suo sapore, così dolce e inconfondibile.
Dall’infusione in acqua delle foglie si libera la parte più pregiata della Stevia, che viene purificata fino ad ottenere un dolcificante totalmente privo di calorie, Truvia®.
Sono i glicosidi steviolici* a dare a Truvia® il suo gusto dolce e inconfondibile.

*I glicosidi steviolici sono estratti dalla pianta della Stevia reubadiana, dall’elevato potere dolcificante, variabile a seconda del tipo di sostanza; gli steviosidi e rebaudiosidi sono in grado di dolcificare da 40 a 300 volte in più del saccarosio. 

La Stevia (Stevia Rebaudiana subsp. Bertoni, famiglia Asteracee) è un piccolo arbusto, appartiene alla famiglia dei girasoli e dei crisantemi, originario della zona di confine tra Brasile e Paraguay, ci sono circa 240 specie della pianta e viene utilizzato come alternativa allo zucchero da parte dei brasiliani e dei paraguaiani da più di 500 anni, dov'è conosciuto con il nome di ka'ha he'e (erba dolce o erba del miele).
Naturalmente, l'appellativo non è affatto casuale, dal momento che la Stevia è ricca di componenti dolci, con un potere edulcorante che arriva a superare anche 300 volte la dolcezza del saccarosio.



Dopo la scoperta della Stevia, datata 1887, ad opera del naturalista di origine svizzera Mosè Santiago Bertoni, si è dovuto attendere fino al 1931 per la caratterizzazione delle sostanze edulcoranti presenti nelle foglie. 
Si tratta principalmente di glucosidi dello steviolo, denominati Stevioside, Rebaudioside (A,B,D,E) e Dulcoside (A e B). 
Dalla degradazione di questi glicosidi dolci si ottiene lo steviolo; ad esempio, la molecola di stevioside è formata dall'unione di una molecola d steviolo con tre molecole di glucosio, mentre nel rebaudioside A le molecole di glucosio sono quattro.







Principali glicosidi contenuti nei tessuti della Stevia:
5–10% stevioside (potere edulcorante 250–300 volte superiore al saccarosio);
2–4% rebaudioside A (potere edulcorante 350–400 volte superiore al saccarosio; apprezzato per il minor retrogusto amaro-liquirizia rispetto agli altri glicosidi steviolici);
1–2% rebaudioside C;
0.5 –1% dulcoside A.
Le suddette quantità variano a seconda delle cultivar e dell'ambiente di crescita della Stevia, incluse le variazioni stagionali.
I glicosidi della Stevia sono piuttosto stabili al calore ed al pH, non fermentano, non caramellano alla cottura e presentano una buona solubilità in acqua, alcool metilico ed etilico.



Alcol Metilico


Inoltre, risultano sicuri anche per i malati di fenilchetonuria*.

* La fenilchetonuria (P.K.U.) è una malattia metabolica ereditaria autosomica recessiva che colpisce 1 individuo ogni 10.000, indistintamente che si parli di razza bianca e nera, anche se pare manifestarsi più nell'omozigosi rispetto agli eterozigoti.
Appartentente al gruppo delle iperfenilalaninemie, la fenilchetonuria compromette significativamente il metabolismo della fenilalanina e in particolare la sua conversione in tirosina; la fenilchetonuria si riconosce dagli elevati livelli urinari di fenilalanina e di alcuni derivati (fenilpiruvato, fenilacetato, fenillattato e fenilacetilglutamina).
La complicanza più grave della fenilchetonuria è costituita dal ritardo mentale.



Stevia: proprietà e controindicazioni 
Quali sono le proprietà della Stevia e quali le controindicazioni?
Quante calorie apporta la Stevia ed è meglio dello zucchero?
La Stevia è cancerogena?
La Stevia, è una pianta con un elevato potere dolcificante e priva di calorie.
Infinite sono le sue proprietà benefiche.

Effetti benefici
Diversi sono gli studi che hanno dimostrato che la Stevia ha proprietà antitumorali, antinfiammatorie, antidiabetiche ed immunomodulanti*.

* Agente terapeutico (chimico o biologico) che mira a regolare, attenuandole o attivandole, le alterazioni delle risposte immunitarie dell’organismo, interagendo sulle cellule effettrici e su quelle che inibiscono la produzione di anticorpi.

Nell’ambito della medicina la Stevia è impiegata per chi soffre di glicemia in quanto non permette al livello glicemico di alzarsi.
Ancora, viene utilizzata dai diabetici, da chi è in sovrappeso, in quanto è un dolcificante con zero calorie.
Sono state evidenziate anche azioni antinfiammatorie, antifunginee e protettive del pancreas.
Altri recenti studi hanno dimostrato che l’utilizzo di questa pianta non concorre nella formazione della placca e delle carie dentali.

Possiede, altresì, un effetto antipertensivo.

Dal punto di vista strettamente dietetico, si è osservato come l’utilizzo della Stevia agisca sul desiderio di mangiare cibi grassi e dolci, regolando i meccanismi della fame (masticando le foglie fresche o bevendo una tisana almeno venti minuti prima dei pasti, si avverte una sensazione di sazietà che induce a consumare una minore quantità di cibo).

Nella cosmesi viene utilizzata per la cura della pelle, in particolare per combattere acne, disidratazione, rughe ed inestetismi cutanei.

Oltre ai glicosidi dall'alto potere edulcorante, la Stevia è ricca di ferro, manganese, cobalto, potassio, calcio, magnesio, fosforo, sodio e zolfo; è priva di caffeina e naturalmente contiene anche carboidrati, proteine, vitamine (l'acido folico (vitamina B9),l‘acido ascorbico (vitamina C) e la vitamina B2) .

Aldilà dell'elevato potere dolcificante, una caratteristica fondamentale della Stevia è che i glicosidi in essa contenuti non vengono assorbiti e come tali non hanno alcun effetto significativo, sui livelli glicemici.

A livello intestinale, tuttavia, i batteri del colon possono degradare lo stevioside a steviolo, che viene prontamente assorbito dalla parete enterica, inattivato dal fegato ed immediatamente espulso con le urine.
Come già scritto la Stevia non solo non incide sui valori di glucosio nel sangue, ma sembra addirittura diminuirli (proprietà ipoglicemizzanti), migliorando la tolleranza al glucosio.
Tale effetto sembra imputabile ad un'azione diretta dello stevioside e del rebaudioside A sulle cellule beta pancreatiche, dove in presenza di glucosio stimolerebbe la produzione di insulina*.

* L’insulina è un ormone secreto dalle cellule beta all’interno delle isole di Langherhans del pancreas indispensabile per il metabolismo degli zuccheri, consente all’organismo di utilizzare il glucosio per i processi energetici all’interno delle cellule regolandone ingresso ed utilizzo.
L’insulina è secreta quando il livello di glucosio nel sangue è troppo alto con la funzione di abbassare la glicemia mediante l’attivazione di diversi processi metabolici e cellulari.
Quando l’insulina è prodotta in quantità non sufficiente dal pancreas oppure le cellule dell’organismo non rispondono alla sua presenza, nel sangue si avranno livelli di glucosio più alti del normale (iperglicemia) favorendo, così, la comparsa del diabete.



Il fatto che la Stevia ed i suoi glicosidi stimolino la produzione di insulina soltanto quando la glicemia è anormalmente alta, è piuttosto vantaggioso, poiché scongiura il rischio di ipoglicemia in pazienti diabetici.


Controindicazioni 
La Stevia è cancerogena?
Quali sono gli effetti indesiderati in chi usa la Stevia al posto dello zucchero?
Sono anni che si analizzano e si studiano le proprietà della Stevia.
Si è pensato che alcuni costituenti della Stevia fossero cancerogeni, ma sia la Fao che l’Organizzazione Mondiale della Sanità hanno stabilito la sicurezza di questa pianta e dei suoi elementi.
Infatti, dopo decenni di studi, nell’aprile del 2010 arriva l’ok da parte dell’Unione Europea sull’uso di questo dolcificante anche come additivo alimentare.
La commercializzazione ed il suo utilizzo in tutti i paesi dell’Europa è stato ammesso dall’Unione Europea a partire dal 2 dicembre 2011 (Regolamento UE N. 1131/2011 della Commissione del 11 Novembre 2011).
In Italia, a partire da quella data, è scattato il via libera anche alla sua commercializzazione.
Come ogni alimento, anche l’assunzione di Stevia deve essere moderata: se assunta in dosi molto più elevate rispetto a quelle usate per dolcificare, potrebbe causare ipotensione o ipoglicemia.
Non sono riscontrati elementi da indurre pericolosa la Stevia in gravidanza e durante l’allattamento.


Pochi ingredienti, 100 % naturali...Truvia® contiene pochi e semplici ingredientiTruvia®è l’estratto di foglia di Stevia e eritrinolo.
Il principio edulcorante che caratterizza Truvia® è un composto steviol glicosidico ad alto contenuto di rebaudioside A - la parte più nobile e ricca di gusto della Stevia - che si libera dall’infusione in acqua delle foglie e che viene poi ulteriormente isolata e purificata fino a ottenere l’estratto di foglia di Stevia Truvia®.


L’eritritolo è un polialcol che si trova in natura in alcuni frutti come l’uva o il melone e in alimenti fermentati.
Si tratta di un edulcorante ottenuto mediante fermentazione naturale, senza calorie e con indice glicemico pari a zero.
In Truvia® l’eritritolo viene utilizzato per dare corposità e per poter dosare facilmente il dolcificante.

Eritritolo
  
Cos'è l’Eritritolo 
L'Eritritolo è un poliolo a 4 atomi di carbonio ( C4H10O4) presente in natura nei prodotti di origine vegetale, come la frutta ed estratto industrialmente proprio a partire da zuccheri vegetali sottoposti a processi intensivi di fermentazione batterica in specifici bioreattori.
A lungo scarsamente considerato sul panorama scientifico, nutrizionale e culinario (da oltre un decennio nel territorio statunitense e solo dal 2006, data di approvazione concessa dalla Commissione Europea, nel territorio europeo e italiano) l'Eritritolo ha assunto e sta assumendo maggior rilevanza tra i dolcificanti, rappresentando sempre più una valida alternativa ai classici dolcificanti sintetici e semisintetici, comunemente indicato in etichetta con la sigla E968.
A queste si aggiungono anche le caratteristiche metaboliche, che impediscono all'Eritritolo di accumularsi nel lume intestinale, limitando quindi la comparsa di diarrea e dolori addominali crampiformi, permettendone invece l'assorbimento intestinale e la conseguente eliminazione per via renale.

I vantaggi 
Alla luce delle suddette caratteristiche è facile comprendere come l'uso di Eritritolo possa garantire dei vantaggi significativi, sia rispetto al comune zucchero da tavola sia rispetto ai vari dolcificanti sintetici e semisintetici, facilitandone così il consumo sia in ambito dietetico-nutrizionale che culinario.
I vantaggi rispetto allo zucchero da tavola:
- Ridotto apporto energetico, stimato intorno alle 0,2 Kcal per grammo di prodotto, che consente di abbattere il contenuto calorico legato al consumo di zucchero o a prodotti dolcificati con saccarosio, risultando pertanto adeguato durante protocolli dietetici ipocalorici ed ipoglucidici.
- Indice glicemico pari a zero, tale da evitare picchi glicemici legati al consumo dello zucchero, risultando pertanto ideale nei pazienti diabetici o nei pazienti affetti da alterato metabolismo glucidico per i quali è necessario abbattere il carico glicemico dei vari pasti.
- Ridotta attività cariogena, che preserva il cavo orale dalla colonizzazione batterica e dalle relative conseguenze patologiche spesso dolorose.
- Potere dolcificante stimato intorno al 60 - 80% del comune saccarosio;

I vantaggi rispetto ai dolcificanti di sintesi: 
- Ridotto rischio di diarrea e di dolori addominali crampiformi, vista la capacità di essere assorbito prontamente dalla mucosa intestinale, per essere successivamente escreto per via renale, evitando così l'accumulo ed il conseguente richiamo di acqua nel lume intestinale.
- Potenziale ruolo antiossidante che proteggerebbe la mucosa intestinale in primis, dall'azione ossidante di specie reattive dell'ossigeno responsabili del deterioramento ossidativo delle strutture cellulari e della perdita della funzione di barriera.
- Ridotto ruolo irritativo nei confronti della mucosa intestinale.
- Assente retrogusto amaro, tipico dei polialcoli, presenti nei dolcificanti sintetici e semisintetici, che consente l'impiego di questo zucchero anche nella preparazione di comuni dolci o pietanze.


Truvia® è sano e senza effetti collaterali

Truvia®, che cos’è?

Il dolcificante a 0 calorie davvero semplice da utilizzare: per scoprirlo basta aggiungerlo al tè, al caffè o alla spremuta preferita.
Non peserà sulla coscienza… e neppure sulla bilancia!
In ogni bustina di dolcificante a 0 calorie Truvia® è contenuto circa 1/3 di cucchiaino di prodotto: questa piccola quantità è sufficiente per dare la stessa dolcezza di un cucchiaino di zucchero.
Il dolcificante a 0 calorie Truvia® è un’ottima alternativa per le persone affette da diabete ed è adatto a chi segue una dieta vegetariana.

Infine vediamo le domande più frequenti e le risposte degli esperti
- Cos’è il dolcificante senza calorie Truvia®?
Il dolcificante senza calorie Truvia® è un edulcorante da tavola a base di glicosidi steviolici, un estratto delle foglie di Stevia.
Truvia® è ideale per dolcificare bevande, come tè e caffè, ma anche con cereali, frutta e yogurt.
1 bustina di Truvia®, equivalente a 1/3 di cucchiaino di prodotto, dolcifica come 1 cucchiaino di zucchero.

- Cos’è la Stevia?
La Stevia è una pianta della famiglia dei crisantemi, girasoli, proveniente da alcune zone del Paraguay nord-orientale, utilizzata già da centinaia di anni per dolcificare cibi e bevande.
Oggi viene coltivata e raccolta in Sud America e Asia ed è particolarmente popolare in Giappone, dove costituisce oltre il 40% del mercato dei sostituti dello zucchero.
L’estratto di Stevia è impiegato anche come ingrediente in molti prodotti, come yogurt, gelati e bevande, in tutto il territorio dell’Asia, Nord America e Sud America.

- Quali sono gli ingredienti del dolcificante senza calorie Truvia®?
Il dolcificante senza calorie Truvia® è composto da glicosidi steviolici (estratto della foglia di Stevia), eritritolo e aromi naturali.

- Cos’è l’eritritolo?
L’eritritolo è un dolcificante/edulcorante naturalmente presente in una grande varietà di frutta e alimenti, ottenuto per fermentazione naturale.
Ha un gusto molto simile allo zucchero tradizionale, ma è privo di calorie e ha un indice glicemico e insulinico pari a zero.
È presente nel dolcificante senza calorie Truvia® come “agente di carica”: serve cioè a regolarne il volume e la consistenza.

- È un prodotto sicuro per i diabetici?
Sì! Il dolcificante senza calorie Truvia® è sicuro per le persone affette da diabete, poiché non influisce sull’indice glicemico.

- Il prodotto è adatto a vegetariani e vegani?
Sì! Il dolcificante senza calorie Truvia® è assolutamente in linea con la scelta di una dieta vegetariana o vegana.

- Il prodotto è sicuro in gravidanza e allattamento?
Sì! Il dolcificante senza calorie Truvia® è assolutamente in gravidanza e allattamento.

- Il prodotto è sicuro per i bambini?
Sì! Il dolcificante senza calorie Truvia® è sicuro per i bambini, ma è preferibile assunzione dopo il primo anno.


Lo zucchero fa bene alla vita, alla mente e al corpo...Truvia® fa di più ci aiuta ad essere anche più leggere...vivere bene e sani con Truvia® il dolcificante naturale con 0 calorie.

Ringrazio Eridania Italia anche per il gadget, la calamita con Clara e Mellow di chiacchere dolci....mi è stato molto utile....