tag foto 1 tag foto 6 tag foto 6 tag foto 7 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6

13/09/14

Molino Borgo non solo farine...

Nuova collaborazione di settembre, dedicata alla polenta, al riso e al cous cous….alimenti base della cucina e della cultura italiana….prodotti del Molino di Borgo San Dalmazzo frutto della tradizione e di un’attenta selezione della materia prima.



Prima di conoscere meglio alcuni loro prodotti, conosciamo il luogo di provenienza: Borgo San Dalmazzo in provincia di Cuneo.
Cuneo è famosa anche per la celebre frase di Totò in tanti suoi film: “Sono un uomo di mondo, ho fatto tre anni di militare a Cuneo!”, ma questa terra è conosciuta soprattutto per le saline e la produzione di mais e grano.

Borgo San Dalmazzo ha una storia lunga 24 secoli: secondo alcune fonti la presenza di un primo insediamento Celto-Ligure risale al 300 a.C.
Fondata come oppidum romano tra il 14 a.C. ed il 14 d.C., la Città assunse il nome di Pedona, divenuto poi Curtis nel 969, Sanctus Dalmatius nel 1098 e Burgus Sancti Dalmacii nel 1167; ciò in onore del Santo evangelizzatore vissuto nella seconda metà del III secolo che svolse la sua azione missionaria in età pre-costantiniana e fu venerato come Santo a seguito del martirio avvenuto, secondo la tradizione, il 5 dicembre 254 proprio in prossimità del borgo.
Vi si insediarono dapprima i Liguri, i romani ne fecero un centro strategico per il controllo dei commerci con la Gallia.
Con il crollo dell'impero, anche Borgo fu soggetta alle scorrerie barbariche; distrutta dai Saraceni nell’XI secolo, i Benedettini ne restaurano l'Abbazia ed attorno ad essa si sviluppò la nuova città.reperti archeologici
Arrivarono poi gli Angioini, che la dominano fino alla fine del '300.
Il 6 agosto 1162 muore a Borgo San Dalmazzo, impegnato a contrastare il tentativo di conquista della Provenza da parte di Federico Barbarossa, Ramon Berenguer IV conte di Barcellona e padre del primo re d'Aragona e Catalonia Alfonso II.
I Savoia controllarono la zona fino alla seconda guerra mondiale.
Oggi la città é un importante centro artigianale ed industriale posto all'incrocio di tre valli, assai nota per la sua cucina a base di lumache.
Importante centro di passaggio per i collegamenti con le località della vicina Riviera Ligure e della Costa Azzurra, raggiungibili in poco più di un’ora, negli ultimi anni Borgo San Dalmazzo é diventata, sempre con maggior successo, un rinomato centro fieristico.
Nei rinnovati locali delle ex-industrie Bertello é stato infatti allestito un ampio padiglione commerciale.
Quattro sono gli appuntamenti di maggior prestigio organizzati durante l'anno:
- a marzo “Un borgo di cioccolato": manifestazione dedicata alla “golosità”
- ad aprile il “Salone della montagna” e la “Fiera di San Giorgio": fiera di primavera, sapori, odori, colori e gusti della primavera
- a settembre la “Fiera Alpi Marittime Mestieri": manifestazione dedicata all'artigianato
- a dicembre la 'Fiera Fredda": centenaria manifestazione dedicata alla lumaca.

Ora possiamo meglio conoscere i prodotti di Molino Borgo, perché solo conoscendo il territorio, la storia e le tradizioni possiamo meglio apprezzare quello che offre: farine, polenta e riso della migliore qualità, confezionati sottovuoto, per dare il giusto valore alle vostre ricette, al vostro lavoro, alla vostra passione.

Ad una scelta delle materie prime attenta e responsabile, si affiancano tecnologie di confezionamento con sistema HACCP, secondo standard europei, che garantiscono una qualità del prodotto molto elevata, l’obiettivo è quello di fornire prodotti della migliore qualità, confezionati sotto vuoto, in modo da conservare intatte tutte le loro caratteristiche più preziose “Perché il vostro lavoro, la vostra passione e le vostre ricette meritano solo il meglio”.

Infatti tutti i prodotti Molino Borgo sono confezionati sottovuoto.

Come si crea il sottovuoto?
La conservazione sottovuoto prevede l’eliminazione dell’aria presente all’interno di un contenitore per alimenti, di solito una busta in materiale plastico.
Il procedimento di confezionamento si svolge in 3 fasi principali:
1 - un foglio di materiale plastico specifico per alimenti viene ripiegato e chiuso sul fondo e sul retro grazie ad una pressa ad alta temperatura.
2 - la busta così creata viene riempita dell’esatto quantitativo di prodotto e passata in una “campana” dove tutta l’aria viene aspirata.
3 - al contempo, appena terminata l’aspirazione dell’aria, viene effettuata la terza ed ultima termo saldatura nella parte alta della busta.

Come agisce il sottovuoto?
Il confezionamento sottovuoto elimina qualsiasi tipo di gas dall’interno della confezione, per cui anche tutto l’ossigeno (presente nell’aria al 21%), l’ossigeno è una delle cause principali del deperimento degli alimenti, poiché è responsabile dell’ossidazione ed è di vitale importanza per i microrganismi aerobi, il sottovuoto, quindi, impedisce lo sviluppo dei batteri e dei microrganismi aerobi responsabili della degenerazione alimentare, arresta, inoltre, tutte le alterazioni legate all’azione dell’ossigeno (ossidazione) e dell’aria in generale, quindi la progressiva perdita delle proprietà organolettiche di un alimento.

I vantaggi del sottovuoto?
• 3 anni di conservazione: i prodotti confezionati sottovuoto dal Molino di Borgo San Dalmazzo, essendo prodotti secchi (privi di acqua), arrivano ad avere una data di scadenza a tre anni rispetto alla data di confezionamento.
• Il prodotto confezionato è protetto dall’ambiente esterno, si evita quindi la contaminazione di odore e sapore.
• Le proprietà organolettiche vengono perfettamente preservate: all’apertura della busta sottovuoto si potranno apprezzare a pieno il profumo, il sapore ed il colore del prodotto.
• Le proprietà nutrizionali dell’alimento rimangono inalterate.
• Si evita l’impiego di conservanti. 








Oltre al sottovuoto Molino Borgo utilizza la precottura a vapore.

Perché la precottura a vapore?
1 - La cottura a vapore, non prevedendo l’immersione del prodotto, rispetta le proprietà nutrizionali degli alimenti, che non vengono disperse nell’acqua.
2 - Mentre viene pre-cotto il prodotto non entra mai in contatto con l’acqua, per cui la cottura a vapore rispetta anche il colore, il sapore ed il profumo dell’alimento.
3 - Un prodotto precotto ti fa risparmiare tempo. L’obiettivo della precottura a vapore è quello di ridurre di molto i tempi dietro i fornelli, in maniera naturale!


Vediamo i prodotti che gentilmente mi hanno spedito da assaggiare.

La polenta è un alimento rustico e capace di sostenere le ricette più creative.
Le farine di mais del Molino di Borgo San Dalmazzo sono il frutto della tradizione e di un’attenta selezione della materia prima, il loro obiettivo è quello di fornirvi una gamma di prodotti che ci permetta di realizzare sia i piatti più classici della cucina italiana, sia di dar voce alla nostra fantasia con ricette moderne e creative.



Polenta Bramata: è una farina di mais macinata a grana grossa, derivata dalla selezione di più varietà, di modo da ottenere una miscela speciale e di straordinaria qualità.
Di colore giallo intenso, ideale per le ricette più tradizionali e si abbina in maniera sorprendente alla carne (brasati, salsiccia, spezzatini), ai funghi ed ai sughi rossi.

Valori nutrizionali medi per 100gr:
Valore energetico: 353kcal/1497kj
Proteine: 7,9g
Glucidi: 78g
Lipidi: 1g


Polenta Istantanea: il modo più naturale che c’è di risparmiare tempo!
La Polenta Istantanea è una farina di mais precotta a vapore.
La precottura a vapore, ti fa risparmiare tempo, rispettando gli alimenti in modo naturale.

Valori nutrizionali medi per 100gr:
Valore energetico: 353kcal/1497kj
Proteine: 7,9g
Glucidi: 78g
Lipidi: 1g


Il riso è un frutto della terra pregiato e ricco di storia, caratterizzato da proprietà nutrizionali straordinarie che lo rendono un alimento indispensabile per una dieta equilibrata.
Il riso rappresenta un punto di partenza insostituibile in cucina.
Dalle ricette tradizionali, a piatti creativi e moderni, il riso può diventare protagonista in qualsiasi momento del pasto, dall’antipasto al dolce!

Riso Superfino Arborio: è una varietà di riso catalogato come “superfino”.
Il riso Arborio è un prodotto molto conosciuto e apprezzato per le sue caratteristiche.
Ha chicchi grandi e perlati che aumentano di volume durante la cottura.
Ha una resa elevata e un particolare comportamento in cottura: durante la preparazione, infatti, i granelli cuociono perfettamente ed in maniera uniforme ma mantengono al dente il nucleo centrale ricco di amido.
Il Molino di Borgo San Dalmazzo seleziona il proprio riso Arborio esclusivamente fra le migliori coltivazioni italiane, per offrire solo i chicchi capaci di tenere perfettamente la cottura, restando ben compatti e divisi.
Il risultato?
Un riso particolarmente adatto alla preparazione dei risotti.

Valori nutrizionali:
- Valore energetico: 347 Kcal. 1454 Kj
- Proteine (nx6,25): 8 g
- Carboidrati: 78 g
- Grassi: 0,89 g

Provenienza
Vercelli – Piemonte – Italia.


Dalla macinazione del grano duro, nasce la semola, un alimento semplice e versatile, una base utile alle preparazioni più diverse: il pane e la pasta prima di tutto, ma anche semolini, minestre e gnocchi.
Anche il cous-cous deriva dal grano duro.

Cous-cous: ha origini antiche ed è alla base di molti piatti tipici della cucina del Nord Africa e della Sicilia.
I chicchi di cous-cous nascono da un impasto di semola di grano duro macinata grossolanamente, lavorata in maniera lenta e prolungata e cotta a vapore.
Il cous-cous del Molino di Borgo San Dalmazzo, a grana media, è una base ideale per moltissimi piatti, il suo sapore delicato si sposa bene con tutti gli ingredienti a cui si vuole accompagnare.


Visitate il sito Molino Borgo troverete altri prodotti come: le farine, i legumi, bio....