tag foto 1 tag foto 6 tag foto 6 tag foto 7 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6

18/03/14

Cavolo Fritto

Buon Martedì a tutti, dopo tante giornate primaverili oggi il tempo non è bellissimo, è proprio vero il proverbio "marzo pazzerello esce il sole e prendi l'ombrello".
Dicono anche che i nati di marzo sono un come il mese, forse, io sono nata a marzo.

Domenica abbiamo tolto tutto quello che era rimasto dell'orto invernale per incominciare la preparazione all'orto estivo, così ieri per cena come contorno ho fatto l'ultimo cavolo fritto.


Ingredienti:

un cavolo di media grandezza
acqua frizzante fredda q.b.
farina q.b.
sale fino
olio per friggere
1 cucchiaio di strutto

Procedimento:

Tagliare bene il cavolo a cimette, lavarlo e farlo leggermente bollire, deve rimanere ben sodo, scolarlo e lasciarlo raffreddare bene.
Prepariamo la pastella, in un contenitore mettiamo 4 cucchiai di farina e incominciamo a versare l'acqua frizzante fredda, mescolare bene per non far formare grumi, per la quantità ci regoliamo su quanto cavolo vogliamo friggere.
L'uso dell'acqua frizzante e fredda ci permette di avere un fritto dorato e croccante.
La pastella non deve essere liquida, deve scivolare con fatica dal cucchiaio.
Versiamo le cime del cavolo nella pastella e le ricopriamo bene, con l'aiuto del cucchiaio o di una pinza da cucina, le versiamo una ad uno nell'olio caldo ma non fumante, io all'olio aggiungo un cucchiaio di strutto che abbassa il punto di fumo dell'olio e la frittura rimane più croccante.

Quando saranno belle dorate togliamole e adagiamole in un piatto ricoperto con carta paglia, per assorbire l'olio in eccesso.
Cospargerle con poco sale fino e servirle belle calde....

.....buon appetito!